Un biennio di formazione teorica e pratica, intensiva e mirata, per preparare i giornalisti di domani. Il Master della Scuola di giornalismo "Walter Tobagi" si rinnova per la sua settima edizione, dal 10 ottobre 2016 al 6 settembre 2018 per un totale di 626 ore di didattica frontale, 30 ore di laboratori speciali, 1.400 ore di attività di praticantato e 800 ore di stage nelle redazioni giornalistiche per complessivi 5 mesi nell'arco del biennio.

L’obiettivo dell’incontro quello di iniziare un’attività di coordinamento esecutivo su alcuni progetti che renderanno i servizi pubblici per i cittadini accessibili nel modo più semplice possibile, tramite dispositivi mobili (approccio “mobile first”), con architetture sicure, scalabili, altamente affidabili e basate su interfacce applicative (API) chiaramente definite

 

Dopo l’editoria digitale, arriva quella virtuale. I giornali non si leggeranno solo su smartphone, tablet, Apple Watch e persino le chat ma si potranno «sfogliare» col movimento degli occhi grazie ai visori per la realtà virtuale. A fare un balzo nel futuro lo storico settimanale statunitense «New Yorker», nato nel 1925, e famoso per i suoi articoli di approfondimento di cultura e politica. Ha sviluppato un’app per leggere la rivista sfruttando la realtà virtuale. In pratica si indossano dei visori simili a quelli usati nei videogiochi e si sfoglia il magazine con gli occhi, avendo la sensazione di averlo tra le mani. I risultati dell’esperimento editoriale sono mostrati in un video diffuso dalla rivista.

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedInRSS Feed