Facebook investirà 300 milioni di dollari su tre anni in diversi progetti legati al giornalismo, per favorire particolarmente le informazioni locali, messe a dura prova dall’era digitale. Lo ha annunciato il colosso statunitense. "Nei prossimi tre anni investiremo 300 milioni di dollari in programmi di informazione, in partnership e contenuti", ha spiegato in un messaggio postato su Facebook, Campbell Brown, vice presidente incaricata dei rapporti con i media. "Continueremo a lottare contro le fake news, la disinformazione e le informazioni di cattiva qualità", ha spiegato ancora Campbell, "ma abbiamo anche l’opportunità e la responsabilità di aiutare i media locali a crescere".

"Facebook, ricordiamolo, è una delle aziende - scrive oggi sul Quotidiano Nazionale Pierfrancesco De Robertis - che macina più utili al mondo, stimati nel 2017 in oltre 20 miliardi di dollari. Un investimento di 300 milioni rappresenta circa 1,5 dell’utile e quindi, anche se si tratta di una cifra importante, è in qualche modo commisurata ai mega utili che la compagnia consegue anche attraverso il lavoro dei giornali e dei giornalisti, i cui pezzi sono spesso rilanciati dai social e le cui pagine sono veicolate da Facebook stesso. Parte dei fondi andranno direttamente a organizzazioni no profit come il Pulitzer Center e Report for America e aiuteranno i siti web a trasformare i lettori in abbonati paganti. La decisione di Facebook, al di là della cifra tutto sommato modesta, è una sorta di riconoscimento dell’importanza dei giornali. E in questo senso è una buona notizia". E sul proliferare attraverso i social delle fake news De Robertis ricorda che "è una delle accuse che più sono state rivolte in passato a Facebook. Che sia l’inizio di un ravvedimento e di un lavoro a quattro mani con l’editoria? Staremo a vedere".

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedInRSS Feed